La comunità di pratica 'aree fragili'


La comunità di pratica 'aree fragili' si ritrova ogni anno attorno a un convegno che si tiene a Rovigo verso la metà di marzo, durante il quale si affrontano i temi della fragilità ambientale e sociale delle aree rurali italiane. Tanti i temi toccati a partire dal primo convegno organizzato nel 2006: economia leggera, energia locale, nuovi abitanti, migranti, biodiversità, welfare, cultura, gestione delle acque. La comunità di pratiche è una comunità aperta, formata da ricercatori, attivisti, amministratori, cooperatori, policy maker. Il termine 'fragile' non identifica una singola manifestazione di debolezza. Si privilegiano comunque zone a bassa densità abitativa che presentano specifici problemi di isolamento, abbandono, impoverimento, poca partecipazione. Solitamente, hanno condizioni ambientali migliori e proprio per questo sono oggetto di vari progetti di 'valorizzazione' a volte poco sostenibili. Insomma situazioni complesse che hanno messo in moto da alcuni anni ricerche e riflessioni raccolte nei convegni di Rovigo. Negli anni è stato molto importante il contributo di tre soggetti: la Fondazione Finanza Etica, la cooperativa sociale Porto Alegre di Rovigo e il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università degli Studi di Trieste.

The community of practice 'fragile areas'


The 'fragile areas - inner peripheries' community finds itself every year around a mid-March conference in Rovigo, addressing issues of environmental and social fragility in Italian rural areas. These are the topics addressed since the first conference held in 2006: soft economy, local energy, new inhabitants, migrants, biodiversity, welfare, culture, water management. The community of practices is an open community, formed by researchers, activists, administrators, co-operators, policy makers. The term 'fragile' does not identify a single manifestation of weakness. However, low-density and isolated areas with problems as abandonment, impoverishment and low participation are preferred. Usually, they have better environmental conditions, and for this reason they are the subject of various sometimes "not-sustainable" exploitation projects. In short, complex situations that have stimulated research and reflection gathered at the Rovigo conferences. Over the years, it has been very important the contribution of three organizations: the Ethics Finance Foundation, the Porto Alegre Social Cooperative in Rovigo and the Department of Political and Social Sciences at the University of Trieste.