Mobilitazioni rurali: 4 fiumi lombardi sotto esame

I fiumi catalizzano la cura dell'ambiente in aree rurali?

Si cerca di dare una risposta a questa domanda esaminando le mobilitazioni pro-ambiente lungo 4 fiumi della pianura lombarda orientale: Oglio, Mella, Chiese e Mincio. L'ipotesi di lavoro è articolata; in generale si immagina che le comunità rurali siano meno reattive alle minacce ambientali; ciò potrebbe essere compensato dalla presenza di corsi d'acqua ad alto impatto simbolico che fungono da catalizzatori della protesta e della salvaguardia ambientale. Varianti di questa ipotesi riguardano fattori organizzativi e istituzionali: gli ambienti urbani suscitano mobilitazioni più strategiche; parchi naturali e contratti di fiume agevolano l'istituzionalizzazione della protesta. Vi sono poi fattori puntiformi, come reazioni a grandi opere che a volte coagulano una mobilitazione più generale. Infine, come mostra l'illustrazione a fianco (gare nautiche nell'antica piazza Navona): la ricreazione, la gastronomia, le pratiche sportive sull'acqua inducono attenzioni e atteggiamenti di cura. 

Gli oggetti della ricerca

Censimento e analisi delle azioni pro-ambiente nelle aree bagnate dai 4 fiumi da parte di gruppi spontanei, comitati, associazioni, fondazioni. Le aree sono nella pianura rurale, grosso modo sotto la vecchia SS 'Padana superiore'

La comparazione

Il disegno della ricerca è comparativo. Oglio, Mella, Chiese e Mincio hanno molti aspetti in comune; eventuali differenze nella mobilitazione ambientale fra le 4 comunità fluviali permetterà di verificare le ipotesi o trovarne di nuove

I parametri 

I parametri della mobilitazione sono a) presenza duratura di azioni e attori pro-ambiente, b) loro approccio multi-dimensionale al welfare locale, c) efficacia delle azioni, d) capacità di creare coesione sociale, e) altri....


E' una ricerca che scaturisce dalla risalita del fiume Chiese 4-8 giu 2019

(vedasi sotto) ossia una ricerca azione focalizzata su quel fiume e poi allargata agli altri tre, che scendono quasi in parallelo dalle Alpi e finiscono tutti nel Po. Le motivazioni e le azioni sul Chiese, in particolare la formazione di una federazione delle associazioni che se ne curano, sono ora riversate (è il caso di dirlo) su un quadrante più ampio alla ricerca di somiglianze e differenze. 

IntestazioneEcocarovanapngorganizzano

Eco-carovana del Chiese

Risalita in bici per capire e gustare il fiume e i suoi abitanti

4 – 8 giugno 2019, da Canneto sull'Oglio a Daone


LOCANDINA E PROGRAMMA


Iniziativa scientifica e promozionale che si svolge a tappe lungo il fiume Chiese dalla confluenza nell’Oglio fino alle sue sorgenti sull’Adamello. Si fa in bicicletta e prevede una tappa in provincia di Mantova, sette tappe in provincia di Brescia e due in provincia di Trento. Negli incontri - ciascuno con un tema prevalente - i ciclisti incontrano rappresentanti di enti locali, agenzie territoriali e associazioni. Gli incontri sono pubblici, aperti a tutti i cittadini residenti o meno nei comuni bagnati dal Chiese.

Gli scopi dell'eco-carovana sono due: 1) effettuare una ricerca integrata sugli assetti e squilibri socio-ambientali dei territori che insistono sull’asta del fiume; la metodologia è basata sulla ricerca-azione e l’ipotesi di lavoro consiste nel valutare l’articolazione di tre principi di gestione delle acque: sussidiarietà, integrazione monte-valle e solidarietà fra bacini. La pianificazione per bacino idrografico infatti potrebbe non essere sufficiente a garantire le plurime finalità del fiume Chiese, compresa quella ecologica. 2) svolgere una ampia opera di sensibilizzazione su scala regionale e nazionale sui problemi dei fiumi di media lunghezza che scorrono ai margini di rilevanti sistemi urbano-industriali-turistici. Su questi bacini si scaricano effetti secondari di bacini più forti (es. depuratori, spandimento liquami), mentre si mantengono tutte le pressioni tradizionali su corpi idrici (prese a uso idroelettrico, irriguo, attività turistico-ricreative…).

Ecocarovana del Chiese: 4-8 giugno 2019
Date, ora partenza
Percorso in bicicletta Luogo/ora incontro Tema
Martedì 4, ore 9.30
Canneto sull'Oglio (p. Matteotti) - Asola Asola, Casetta della musica, ore 11.00
Irrigazione e spandimenti
Martedì 4, ore 15.00
Asola (p. XX Settembre) - Mezzane di Calvisano-Montichiari Montichiari, Cartiera, ore 18.00
Acqua e salute
Mercoledì 5, ore 9.30
Montichiari (p. Santa Maria) - Bedizzole Bedizzole, Mulino Farine del Garda, ore 11.00
Paesaggio e cultura
Mercoledì 5, ore 15.30
Bedizzole-Prevalle-Gavardo Gavardo, Piazza San Bernardino, ore 18.30
Depurazione delle acque
Giovedì 6, ore 9.30
Gavardo (p. San Bernardino) - Barghe Barghe, Ex-Centrale idroelettrica, ore 11.00
Transizione energetica, sviluppo locale
Giovedì 6, ore 16.00
Barghe-Vestone Vestone, Museo del Lavoro, ore 17.30
Acqua come forza-lavoro
Venerdì 7, ore 9.30
Vestone (p. Garibaldi) - Idro Idro, La Mirtilla, ore 11.00
Acqua e turismo
Venerdì 7, ore 16.00
Idro - Ponte Caffaro Ponte Caffaro, Borgo San Giacomo, ore 17.30
Economia solidale liquida

Sabato 8, ore 9.30
Ponte Caffaro (bar Al Ponte) - Storo Storo, Centro Polivalente Darzo, ore 10.00
Giustizia idrica

Sabato 8, ore 13.00
Storo-Daone Daone, Località Limes, ore 16.00
Usi ricreativi dell'acqua 

Patrocini gratuiti: Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale, Università di Trento; Comunità Montana Valle Sabbia; Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po-ADBPO; Tavolo delle Associazioni che amano il Fiume Chiese e il suo Lago d'Idro; Università Statale di Brescia

Responsabili dell’evento: coordinatore Giorgio Osti, Università di Trieste e Presidente di Aree Fragili APS; contatti e comunicazione: Debora Ambrosi. Referenti per la ricerca socio-ambientale Valerio Corradi, LaRIS – Università Cattolica di Brescia, Fabio Carnelli, Politecnico di Milano, Natalia Magnani, Università di Trento, Giovanni Carrosio, Università di Trieste.

Assistenza tecnica e assicurativa durante i percorsi in bici a cura di FIAB Brescia

Iscrizioni anche a singole tappe sono possibili già da ora e vanno indirizzate a Debora Ambrosi oppure su  https://www.eventbrite.com/e/eco-carovana-del-chiese-risalita-in-bici-per-gustare-il-fiume-e-i-suoi-abitanti-tickets-61181956880

I punti di partenza e arrivo possono variare lievemente a causa del maltempo o altri contrattempi. In ultima istanza si può telefonare ai numeri 329 333 0657 o 347 2514030. Verranno fornite indicazioni sulle strutture dove pernottare. I costi di vitto e alloggio sono a carico dei singoli partecipanti; non è previsto alcun servizio di navetta per rientri ai punti di partenza

ecocarovana è anche su Facebook