Università di Padova, Dipartimento FiSPPA

Fiumi e città. Formazioni sociali, giochi di potere, progettazioni

Ricerca socio-politico-territoriale sui rapporti fra le città italiane e i loro corsi d’acqua

II° parte: i fiumi della Liguria, del centro Italia e della Sardegna

Perugia, Ponte San Giovanni – foto Google maps 29/6/2021

La ricerca

Come caso emblematico dei rapporti fra fiume e città abbiamo preso Perugia. A Ponte San Giovanni nel giro di pochi metri lungo il fiume tutto e il suo contrario: brownfields, zone industriali, il ‘lido’, il ponte per la ciclovia, una zona residenziale forse ex-operaia, magazzini e parcheggi, forse c’è anche una barriera a scopo idroelettrico. Ponte San Giovanni è l’avamposto fluviale di una grande città lontana. Saranno i referenti per Perugia a rivelarci vecchie e nuove pratiche sui tratti urbani delle principali città del centro Italia, Liguria e Sardegna. Nelle pratiche lungo il fiume mettiamo anche il lobbying immobiliare, la pianificazione, la creazione di spazi ricreativi e simbolici.

Riassunto

Tema della ricerca: ambivalenze fra fiume e città. Questioni e prospettive: il rapporto città e fiumi è trascurato o superficiale da quando le funzioni commerciali e strumentali dei tratti urbani dei corsi d’acqua sono state dismesse. Problemi sanitari sono diminuiti ma quelli ecologici si sono moltiplicati. Ma fiumi e canali urbani sono possibili vettori per nuove funzioni, pratiche sociali e simbolizzazioni. Obiettivo: far emergere e interpretare interessi, significati, relazioni e pratiche lungo corsi d’acqua urbani. 

Metodo: studio di comunità delle città italiane capoluogo di provincia a partire dal loro fiume e dai racconti di eco-volontari. 

Scansione della ricerca: 3 fasi:

1° anno (2020) analisi di 43 capoluoghi di provincia del nord Italia e dei rispettivi fiumi;

2° anno (2021) analisi delle città capoluogo della Liguria e centro Italia,

3° anno sud e isole. Blocchi di letteratura: eco- o blue-gentrification; political ecology, integrata da metafora del gioco; costruzione sociale del piano e dei progetti (urban studies). 

Dimensioni sociali del rapporto città/corsi d’acqua:

1) formazioni socio spaziali: consolidate forme spaziali e relazionali create dall’interazione su lunghi archi di tempo fra fiume e i suoi fruitori (quartieri atipici, zone industriali, aree del tempo libero, corridoi ecologici, sistemi idrici integrati …..);

2) giochi di potere: fiume come posta in gioco dell’arena politica locale e oltre; regimi urbano-fluviali; giochi fra interessi pubblici e privati, governance idrica, interazioni con la società civile, ruolo di attori esterni alla città;

3) piani e progetti: come è inserito il fiume nella pianificazione urbana e se oggetto di specifici progetti di riqualificazione, conversione, specializzazione (es. cambio destinazione d’uso di aree portuali degradate…..). 

Ipotesi:

progetti di riqualificazione del fiume nascono quando si forma una advocacy coalition ampia e variegata e quando questa si interessa delle questioni a monte e a valle.


Tempi

La ricerca è partita nel maggio 2020. Consegnati i testi per le città selezionate nella 1° fase, ora in corso di pubblicazione. A aprile 2021 è partita la ricerca in Liguria e nel centro Italia, con le stesse modalità della 1° fase (federalismo scientifico).

Federalismo scientifico

Per 23 città del centro Italia si è trovata una ricercatrice o studiosa che farà da referente per le informazioni e i contatti, sarà anche l’autrice del saggio che andrà in una  pubblicazione di Padova University Press (2021). 

L’obiettivo di fondo è creare in Italia una rete di studiosi socio-politico-territoriali impegnati sul tema acqua e fiumi  

In fieri ……

Qui si raccolgono testimonianze, pareri, eroismi, stranezze, cronache, stati di avanzamento della ricerca….. (foto da wikipedia: il Piovego a porta Portello, nel centro di Padova)